Comune di San Marco Evangelista

Storia del comune

Il primo nome del Comune di San Marco Evangelista fu quello di Casale delle Masserie.
Basato su una economia prevalentemente agricola, questo piccolo villaggio rurale era caratterizzato dalla presenza di grandi masserie isolate nei campi; case in tufo, di norma a corte, con il pozzo, il forno, il lavatoio e la stalla.
A spulciare tra vecchi atti notarili viene fuori che ancora nel 1700 il territorio del Casale delle Masserie era diviso tra due giurisdizioni.
Una sola strada delineava il confine tra quelle masserie che si trovavano nelle pertinenza di Maddaloni, e che erano denominate le “Massarie di San Marco”, e quelle sottoposte alla giurisdizione della città di Capua, e che prendevano il nome di “Massarie delli Perroni”.
Entrambe, però, facevano capo, dal punto di vista spirituale, alla parrocchia dello Spirito Santo.
Nella piazza antistante la chiesa, ancora oggi cuore del centro storico cittadino, si incontravano gli uomini nei rari momenti di riposo dal lavoro.
Il 13 marzo 1762 numerosi cittadini di entrambe le giurisdizioni manifestarono, con una dichiarazione ufficiale, la volontà di eliminare la divisione territoriale che tanti disagi ed inconvenienti, anche dal punto di vista del carico fiscale, arrecava alla popolazione e di formare un solo casale denominato “Massarie”.
Anni dopo, fu un editto di Vittorio Emanuele II, fresco re d’Italia, a conferire alle Massarie il nome del santo evangelista.
Il Comune di San Marco Evangelista perdeva la sua autonomia amministrativa nel 1929 per poi venir ricostituito nel 1976.
Forte è stata la vocazione contadina del territorio di San Marco la cui economia era dominata  proprio dall’agricoltura. Dalla fine degli anni 80, la vocazione produttiva ed industriale dell’area ha inevitabilmente cambiato la fisionomia dell’economia locale.
Oggi San Marco Evangelista è una cittadina moderna, tranquilla ed all’avanguardia che ha avuto uno sviluppo urbanistico ordinato ed a misura d’uomo.
La sua tranquillità, unita ai servizi, alla cordialità degli abitanti ed allo sviluppo, fa di San Marco Evangelista una bomboniera dell’hinterland casertano.